Visita Medica Lavoro: In cosa consiste?

Ai fini della tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro il D.lgs 81/08 attribuisce grande importanza al ruolo del Medico competente, il quale è tenuto a mettere in atto l'attività di sorveglianza sanitaria secondo i principi della medicina del lavoro e del codice etico della Commissione internazionale di salute occupazionale".
Il Titolo I, capo III, Sezione V del Testo Unico, il fattore "sorveglianza sanitaria" è normato in ogni suo aspetto e, nello specifico, all'articolo 41 comma b è enunciato chiaramente che la sorveglianza sanitaria comprende una serie di visite mediche da effettuare in diversi momenti e con finalità differenti. Nel presente articolo spiegheremo nel dettaglio in cosa consiste.

Cos'è la visita medica in ambito lavorativo

Partiamo dal presupposto che la visita medica è uno dei diritti più importanti del lavoratore ai fini della sicurezza, in quanto essa è finalizzata a tutelare il lavoratore dall'esposizione ai rischi lavorativi monitorando costantemente il suo stato di salute, verificando inoltre l'idoneità fisica di quest'ultimo all'esecuzione delle mansioni che gli sono demandate.
La visita medica è obbligatoria per tutte le attività lavorative in cui sia presente almeno un lavoratore.

Quali sono le tipologie di visite che il medico deve effettuare

Ai fini della sorveglianza sanitaria, secondo quanto stabilito dall'articolo 41 comma 2, le tipologie di visite che il medico competente deve effettuare sono:

  • visita medica preventiva intesa a constatare l'assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore è destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica.
  • visita medica su richiesta del lavoratore, qualora sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi professionali o alle sue condizioni di salute, suscettibili di peggioramento a causa dell'attività lavorativa svolta, al fine di esprimere il giudizio di idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l'idoneità alla mansione specifica;
  • visita medica alla cessazione del rapporto di lavoro nei casi previsti dalla normativa vigente.

Visita medica lavoro: ogni quanto va effettuata

Le visite mediche vanno effettuate con una periodicità stabilita dal medico competente in base alla tipologia di rischio presente in azienda.
Salvo diverse indicazioni di legge, per la maggior parte dei lavori la visita va effettuata con cadenza annuale, tuttavia il medico competente può disporre una diversa frequenza in base agli esiti della valutazione del rischio, o in caso di presenza di lavoratori particolarmente sensibili ad un determinato tipo di rischio.
Tempistiche e periodicità differenti possono essere stabiliti anche dagli organi di vigilanza competenti.

Visita medica lavoro: dove si fa

Si tratta di una visita medica effettuata presso strutture idonee, in "stanze chiuse" attrezzate e dotate dei requisiti minimi per lo svolgimento della professione medica, ovvero:

  • assenza di vetrate;
  • lettino medico;
  • rotolo di carta igienica;
  • riscaldamento;
  • almeno un tavolo con due sedie;
  • isolamento acustico per il rispetto della privacy;
  • accesso al bagno;
  • presenza di un lavandino;

Come si svolge la visita

All'interno di tale stanza il medico competente effettuerà degli accertamenti, volti ad esaminare i parametri vitali del lavoratore, per constatare lo stato di salute di quest'ultimo e per assicurarsi che i rischi a cui esso è esposto non abbiano alterato la sua integrità o per stabilire se è idoneo o meno al lavoro in questione.
Tali accertamenti comprendono gli esami clinici e biologici e indagini diagnostiche mirati al rischio ritenuti necessari dal medico competente, nella maggior parte dei casi si tratta di:

  • misurazione della pressione;
  • controllo della vista;
  • controllo dell'udito;
  • analisi del sangue;
  • analisi delle urine;

La durata della visita non è particolarmente lunga, eccetto i casi in cui sussistano delle complicazioni particolari che richiedano approfondimenti e ulteriori accertamenti.

Chi paga la visita medica

A sostenere il costo della visita medica è il datore di lavoro, ciò è espressamente indicato all'articolo 41 comma 3 che afferma che le visite mediche sono a cura e spese del datore di lavoro. Inoltre, come disposto dall'articolo 15 del Testo Unico, ricordiamo che le misure relative alla sicurezza, all'igiene ed alla salute durante il lavoro non devono in nessun caso comportare oneri finanziari per i lavoratori.

Visita Medica Lavoro: Sanzioni

Ai sensi dell'articolo 55 del D.lgs 81/08 comma 5, lettera e) per violazioni relative all'obbligo di inviare i lavoratori alla visita medica il datore di lavoro è punito con un ammenda da 2.457,02 € a 4.914,03 €.
Inoltre, il comma 6-bis dello stesso articolo prevede le seguenti maggiorazioni di pena:

  • se la violazione si riferisce a più di 5 lavoratori gli importi della sanzione sono raddoppiati;
  • se la violazione si riferisce a più di 10 lavoratori gli importi della sanzione sono triplicati;

Commenti

  • Diego 23/09/2021 - 16:29

    Buongiorno, vorrei sapere se: 1) il medico che svolge la visita medica è autorizzato a chiedermi se sono vaccinato contro la sars cov 2? 2) se tale domanda fosse negativa l'idoneità verrebbe meno? ps: la mansione sarebbe nel mio caso specifico "raccolta grappoli d'uva". grazie per l'attenzione. cordiali saluti

    Rispondi
  • Vittorio 12/08/2021 - 15:28

    Salve. io lavoro in una azienda di meno 5 dipendenti saranno 10 anni che non fanno una visita medica. è legale? con meno di 5 dipendenti sono esonerati dalle visite mediche?

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 27/08/2021 - 11:50

    La visita medica fa parte della sorveglianza sanitaria. nel caso in cui la sorveglianza sanitaria sia obbligatoria per l'azienda lo diventa automaticamente anche lo svolgimento delle visite. per maggiori informazioni sulle attività per cui è obbligatoria la sorveglianza sanitaria le consiglio di leggere questo articolo: https://www.corsisicurezza.it/blog/sorveglianza-sanitaria-obbligatoria.htm

  • Michele 15/06/2021 - 12:31

    Salve dovrei cominciare un lavoro come addetto alle presse pesanti. non so come funziona la visita medica pre assunzione. che tipo di esami sono? fanno i tossicologici?

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 21/07/2021 - 13:24

    Salve, le modalità di svolgimento della visita medica sono stabilite dal medico competente in base alla tipologia di azienda. per informazioni aggiuntive sui test tossicologici le consiglio di leggere questo articolo: https://www.corsisicurezza.it/blog/sorveglianza-sanitaria-test-tossicologici-antidroga-lavoro.htm

  • Stefano 12/06/2021 - 12:42

    Buongiorno. volevo avere una informazione. il datore di lavoro, è obbligato a dare la cartella della visita medica all' operaio, o deve rimanere all'interno dell'azienda? grazie.

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 21/07/2021 - 13:21

    Salve, eccole un articolo sulla cartella sanitaria in cui affrontiamo l'argomento: https://www.corsisicurezza.it/blog/cartella-sanitaria-lavoratore.htm

  • Sabina 05/06/2021 - 11:47

    Lavoro in ufficio, lavoro abbastanza tranquillo e non per nulla rischioso, posso sostituire la visita medica con una autocertificazione, declinando responsabilità per l'azienda. vado nel panico per iatrofobia

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 09/06/2021 - 15:52

    Salve, purtroppo i lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria non possono sottrarsi alla visita medica. un rifiuto da parte del lavoratore può essere considerato come un'interferenza con l'adempimento dei doveri del datore di lavoro. a quel punto potrebbero essere messi in atto provvedimenti disciplinari e, nei casi estremi, potrebbe scattare anche il licenziamento per giusta causa. ricordo che la visita medica serve per accertare l'idoneità del lavoratore a svolgere una determinata mansione, e il giudizio di idoneità non può frutto di autocertificazione in quanto può essere soltanto da un medico competente.

  • Federico 08/06/2021 - 14:35

    Salve,io dovrei cominciare un lavoro dove misto sia carta cartone e plastica, volevo sapere che tipo di visite mediche devo fare,grazie

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 09/06/2021 - 15:43

    Salve, le tipologie di esami e le modalità di conduzione della visita medica vengono decise dal medico competente incaricato dal datore di lavoro in base alla tipologia e al livello dei rischi cui il lavoratore è sottoposto

  • Antonietta 26/05/2021 - 21:34

    Sono una dipendente che lavora in un impresa di pulizie, ho effettuato la visita medica pochi giorni fa non mi hanno effettuato il prelievo del sangue, l'azienda è obbligata a farlo oppure e facoltativo? grazie

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 27/05/2021 - 15:39

    Salve, la responsabilità di determinare le modalità di svolgimento della visita medica ricade sul medico competente che è al corrente delle tipologie e del livello di rischio presenti in azienda.

  • Raffaella 23/05/2021 - 17:25

    Devo cominciare a lavorare in impianti elettrici civili e industriali...devo fare la visita?...in cosa consiste?

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 27/05/2021 - 15:29

    Salve, sarà compito del suo datore di lavoro inviarla alla visita medica e le modalità in cui essa dovrà svolgersi saranno stabilite dal medico competente in base alle tipologie di rischi presenti nell'azienda in cui lavora.

  • Aldo 11/05/2021 - 09:06

    Buongiorno, obbligo sorveglianza sanitaria, grande dilemma! l'art 41 dice che va fatta la visita medica preassuntiva x l'idoneità fisica alla mansione, quindi si presume a tutti i lavoratori! poi dice che va fatta periodicamente per valutare il persistere delle condizioni di salute, poi alcomma 2 lettera e) ter dice che va fatta dopo 60 gg di assenza x malattia o infortunio, ma l'azienda in cui lavoro, estera che la visita dopo i 60 gg di assenza va fatta solo a chi è già sotto sorveglianza sanitaria, ma tale specifica non è presente nel testo del decreto legislativo 81/08....quindi la domanda è, premesso che dai commi sopra specificati si evince che la visita medica va fatta a tutti i lavoratori e periodicamente, che quasi tutti i lavori hanno mmc...la visita dopo i 60 gg di assenza va fatta a tutti i lavoratori, o solo a quelli con problemi di salute particolari?...se è così, dove sta scritta tale specifica? grazie anticipatamente.

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 21/05/2021 - 13:09

    Buongiorno, la sorveglianza sanitaria è obbligatoria solo nei casi previsti dalla legge, che trova elencati a questo articolo: https://www.corsisicurezza.it/blog/sorveglianza-sanitaria-obbligatoria.htm per quanto riguarda la visita dopo i 60 giorni di assenza, l'articolo 41, così come modificato dal d.lgs 106 del 2009, indica che va effettuata per verificare che il lavoratore risulti ancora idoneo a svolgere la mansione. se il lavoratore non è sottoposto a sorveglianza sanitaria obbligatoria, questo adempimento non è necessario ma è comunque buona prassi farlo. in ogni caso le ricordo che è facoltà del lavoratore richiedere una visita medica al mc.

  • Angela 14/05/2021 - 14:48

    Salve la visita medica periodica deve essere effettuata direttamente dal medico competente nominato o può essere delegata ad altri?

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 21/05/2021 - 12:43

    La visita medica periodica è un adempimento che deve essere svolto dal medico competente nominato dal datore di lavoro.

  • Michele 21/12/2020 - 23:04

    Salve lavoro in un un'azienda di imbottigliamento di alcol etilico denaturato, abbiamo l'obbligo di fare anche esami tossicologici?

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 28/12/2020 - 15:23

    Salve, trattandosi di un aspetto strettamente correlato all'attività di sorveglianza sanitaria, la invito a rivolgere tale domanda al suo medico competente, il quale, essendo a conoscenza degli esiti della valutazione dei rischi all'interno della sua azienda, potrà rispondere con maggiore cognizione di causa. la risposta può dipendere anche dal tipo di mansione che lei svolge all'interno della sua azienda. tuttavia posso dirle che, di norma, esami del genere sono disposti per attività che prevedono mansioni inerenti alla conduzione di mezzi di trasporto o alla manipolazione di sostanze pericolose o esplosive.

  • Stefano 13/12/2020 - 20:52

    Buonasera, sto cambiando lavoro la visita medica va fatta prima della nuova assunzione...all'ultima visita c'è scritto idoneo con prescrizioni..la domanda è questa posso rischiare che non mi assumono...grazie

    Rispondi
    Redazione Corsisicurezza.it 17/12/2020 - 15:55

    Salve, tutto dipende dalla nuova tipologia di lavoro che andrà a svolgere e se i fattori che hanno portato il precedente medico competente a definirla "idoneo con prescrizioni" saranno rilevanti o meno rispetto alla mansione che andrà a svolgere. in ogni caso, sarà la nuova visita a stabilirlo.

Lascia un commento