Coordinatore per la Sicurezza: Sanzioni e conseguenze del mancato aggiornamento.

Nel nostro articolo che definisce la figura del Coordinatore per la Sicurezza nei Cantieri abbiamo parlato dell'obbligo di formazione ed aggiornamento sancito dall'articolo 89 e dall'Allegato XIV del D.Lgs 81. Nello specifico, il Coordinatore della Sicurezza deve mantenere l'abilitazione ottenuta con il corso iniziale di 120 ore sulle tematiche della sicurezza nei cantieri, frequentando ogni 5 anni un corso di aggiornamento della durata di 40 ore. La domanda a questo punto è la seguente: Cosa succede a chi non adempie l'obbligo di aggiornamento? Perde definitivamente l'abilitazione? Dovrà rifare il corso di formazione iniziale o basterà svolgere l'aggiornamento? Ecco la risposta.

Cosa succede al Coordinatore con attestato scaduto?

La validità dell'attestato di Coordinatore per la sicurezza e, di conseguenza, della relativa abilitazione, è di 5 anni che si calcolano a partire dalla conclusione dell'ultimo aggiornamento svolto. In caso di mancato aggiornamento entro i termini indicati dalla normativa, il Coordinatore della Sicurezza incorre nella sanzione della sospensione dell'abilitazione.

Come effetto di ciò, il professionista con attestato scaduto non potrà svolgere il ruolo di Coordinatore né in fase di progettazione, né in fase di Esecuzione, perdendo la facoltà di mantenere incarichi già attivi o di ricevere nuove nomine.

Specifichiamo che, pur predendo la possibilità di esercitare il ruolo di CSE e CSP, il professionista non perde l'abilitazione.

Sospensione per mancato aggiornamento: come rimediare

Porre rimedio ad un mancato aggiornamento è semplice, basterà saldare il debito formativo per il quinquennio in oggetto seguendo il corso di aggiornamento di 40 ore.

A conferma di ciò, citiamo la risposta della Commissione degli Interpelli all'Interpello del CNAPPC n°17 del 2013, che poneva domande sul mancato rispetto dell'obbligo.
"l'accordo Stato-Regioni del 25/07/2012 nella parte in cui reca disposizioni sulla formazione dei Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, di seguito RSPP, e degli Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione, di seguito ASPP, stabilisce che ‘l'ASPP o il RSPP che non adempia l'obbligo di aggiornamento nei tempi previsti, perda la propria operatività'. Di conseguenza, il mancato aggiornamento comporta l'impossibilità, da parte del RSPP o dell'ASPP, di poter esercitare i propri compiti fintanto che non completi l'aggiornamento, riferito al quinquennio appena concluso".
[...]
la Commissione ritiene che quanto disciplinato per la figura del RSPP e dell'ASPP trovi applicazione anche nel caso dei coordinatori i quali devono provvedere all'aggiornamento secondo quanto previsto dall'Allegato XIV del D.Lgs. n. 81/2008".
Rassicuriamo, dunque, gli eventuali Coordinatori della Sicurezza con attestato scaduto che stanno leggendo questo articolo: non sarà necessario seguire nuovamente il corso di formazione iniziale di 120 ore.

Come effettuare l'aggiornamento di 40 ore

L'aggiornamento di 40 ore nel quinquennio può essere svolto, ai sensi della normativa in diversi modi, i più diffusi sono:

  • la partecipazione a convengni e seminari;
  • la frequenza di corsi di formazione.

La prima opzione permette di "accumulare" il monte ore di aggiornamento nel corso degli anni partecipando ad eventi formativi formativi di durata più breve. Tuttavia in questo caso, bisogna prestare molta attenzione al calcolo delle ore poichè si considera "mancato aggiornamento" il non raggiungimento del monte ore indicato.

Frequentare i corsi di aggiornamento progettati secondo le indicazioni dell'Allegato XIV del D.lgs 81 consente di assolvere l'obbligo in un'unica soluzione. Inoltre, dal 2016, i corsi di aggiornamento per Coordinatore della Sicurezza sono validi anche se svolti online.

Questa disposizione si deve all'Accordo tra Stato e Regioni del 7 luglio 2016, che stabilisce che l'aggiornamento di 40 ore può essere svolto totalmente in modalità e-learning.

Di seguito, vi invitiamo a scoprire il Corso di Aggiornamento per CSE e CSP con attestato scaduto o in scadenza organizzato da Pedago che, oltre ad essere valido ai fini del mantenimento dell'abilitazione, consente anche ai professionisti del settore tecnico, iscritti ai rispettivi albi, di ottenere i crediti formativi professionali o CFP previsti dal regolamento del loro ordine.
Corso di aggiornamento di 40 ore per coordinatore della sicurezza nei cantieri

Lascia un commento