Obblighi e responsabilità per la sicurezza sul lavoro dell’amministratore di condomino

Anche se da molti il condominio è visto come una realtà puramente residenziale, non bisogna dimenticare che al suo interno operano soggetti diversi dalle mansioni più disparate.
Gli esempi più comuni sono gli addetti alla portineria, gli addetti alle pulizie o i responsabili dei servizi di manutenzione dei diversi impianti presenti, figure per cui il condominio si configura come un vero e proprio luogo di lavoro e in quanto tale soggetto alle disposizioni normative in materia disciplinate dal D.lgs 81/08.
Ma quali sono gli adempimenti necessari in questo caso? e soprattutto, su chi ricade la responsabilità di metterli in atto?
La finalità di questo articolo è rispondere a tali quesiti.

Sicurezza e Condominio: la figura del datore di lavoro

Stando alla definizione di datore di lavoro del Testo Unico, il primo passo per capire come applicare le norme di sicurezza sul lavoro nel condominio è proprio individuare questa figura, essenzialmente i casi possibili sono 2:

  • Condominio con amministratore, all'interno del quale le responsabilità e gli obblighi del datore di lavoro ricadono su quest'ultimo;
  • Condominio senza amministratore, nel quale saranno i condòmini stessi a gestire ed organizzare gli aspetti relativi alla sicurezza sul lavoro come se fossero un vero e proprio datore di lavoro.

Adempimenti per la sicurezza sul lavoro nei condomini

Sui soggetti sopra elencati, con particolare riferimento all'amministratore di condominio, ricadono obblighi previsti dall'articolo 18 del Testo Unico, tra questi ricordiamo

  • Redigere il DVR o Documento Valutazione Rischi;
  • Redigere il DUVRI o Documento Unico Valutazione Rischi Interferenziali;
  • Nominare il MC o Medico Competente;
  • Nominare il RSPP o Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
  • Provvedere alla formazione dei dipendenti (corso primo soccorso, corso antincendio, formazione e informazione ai sensi degli artt. 36 e 37);

In particolare, ricordiamo che la redazione del DVR e la nomina del RSPP rientrano tra gli obblighi indelegabili, per tutti gli altri è possibile effettuare la delega.
Nel caso in cui l'amministratore sia responsabile di più strutture condominiali, ad esempio, egli può decidere di avvalersi del supporto di un coordinatore che, in relazione a quanto disposto nel D.lgs 81, assumerà il ruolo di Dirigente per la sicurezza sul lavoro, accettando nomina e delega di funzioni e responsabilità come indicato nell'articolo 16.

DVR in condominio

Redigere il DVR è obbligatorio in tutti i condomini dove sia presente almeno un lavoratore (portiere, manutentore ecc).
è disciplinato dall'articolo 28 comma 2, che dice testualmente che deve essere redatto a conclusione della valutazione dei rischi presenti in azienda (o in condominio nel nostro caso), deve avere data certa e, soprattutto, deve contenere:

  • una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l'attività lavorativa, con specifica dei criteri adottati per la valutazione stessa;
  • l'indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei DPI adottati;
  • il programma delle misure ritenute opportune;
  • l'individuazione delle procedure per l'attuazione delle misure da realizzare;
  • i ruoli dell'organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;
  • l'indicazione dei nominativi RSPP, del RLS e MC che hanno partecipato alla valutazione;
  • l'individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento;

Ulteriore compito dell'Amministratore di Condominio sarà rielaborare ed aggiornare il contenuto del DVR ad ogni modifica intercorsa che alteri le condizioni di sicurezza o che richieda una rivalutazione dei rischi.
In ogni caso è consigliabile sottoporre il documento ad aggiornamento periodico ogni 2 o 3 anni.

Un supporto per gli amministratori di condominio o per i condòmini su cui ricadono gli obblighi di redazione del Documento di Valutazione dei Rischi è offerto dal servizio di redazione online di Corsisicurezza.it.
Info su DVR Online

Amministratore e sicurezza in condominio: lavoratori autonomi e ditte appaltatrici

Nei casi in cui l'amministratore decida di commissionare dei lavori a soggetti esterni, siano essi lavoratori autonomi o imprese appaltatrici, egli si identifica anche come committente ed è tenuto a gestire e controllare tutti i rischi derivanti dalla presenza di questi ultimi all'interno della struttura, nello specifico egli dovrà:

  • accertarsi dell'idoneità tecnico-professionale dei fornitori;
  • richiedere il Piano Operativo di Sicurezza (POS);
  • nominare il coordinatore per la sicurezza in presenza di più aziende;
  • verificare il rispetto delle norme di sicurezza;
  • redigere il DUVRI;

Lascia un commento